Torino e Fiorentina

di nuovo insieme per le persone con sindrome di Down

torino-fiorentina-2015-16
Quello tra tifosi viola e granata è uno dei più grandi e longevi gemellaggi esistenti nella serie A, un’amicizia vera e sincera tra due tifoserie che dura ormai da oltre quarant’anni, un gemellaggio che va oltre il risultato, che fa vivere l’emozione di vedere, in campo e fuori, sventolare bandiere di un solo colore.
Il 2 ottobre 2016 a Torino e il 26 febbraio 2017 a Firenze tifosi e calciatori si stringeranno le mani non solo in campo ma anche fuori, due realtà speciali si uniranno ancor di più a sostegno di un’unica causa: garantire dignità alle persone con sindrome di Down e rendere la loro vita migliore.
Nelle precedenti esperienze l’accoglienza delle due tifoserie è stata unica e altrettanto speciale…
Ecco perché anche quest’anno, grazie all’impegno e alla volontà delle due società Acf Fiorentina Torino FC, si giocherà un’altra grande partita, una sfida che andrà oltre il calcio, ma che, grazie al calcio e alle rispettive tifoserie, potrà essere vinta insieme: la lotta al pregiudizio, alla discriminazione, per una “reale” inclusione delle persone con sindrome di Down nella società.
Primo appuntamento quindi allo stadio Olimpico Grande Torino il 2 ottobre 2016 alle ore 18,00 dove, volontari, ragazzi e ragazze con sindrome di Down, offriranno, in cambio di una piccola donazione, braccialettini in duplice colore: granata e viola… o meglio, due colori uniti in un unico abbraccio!
Trisomia 21 Firenze, A.I.R. Down e Cepim Torino utilizzeranno i fondi raccolti per sostenere progetti di autonomia e per migliorare la qualità della vita delle persone con sindrome di Down.